Vigili di Roma, il comandante Raffaele Clemente e i pidocchi in sala radio a Prati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Novembre 2013 - 13:27 OLTRE 6 MESI FA
Raffaele Clemente

Raffaele Clemente

ROMA – Le zecche, la prima grana, il primo grande intervento del nuovo comandante dei vigili di Roma, Raffaele Clemente, sono le zecche in sala radio. “Zecche, o possibili pidocchi” che passeggiano tranquille nel caos del comando del Primo Gruppo Prati della polizia municipale.

Tutto è cominciato – racconta il Messaggero – quando una delle vigilesse impiegate in sala radio ha cominciato ad avvertire il fastidio delle punture. Immediatamente è scattato l’allarme e la caccia al temibile acaro. Qualcuno pare l’abbia pure visto di persona. Ma per non rischiare, la sala radio è stata sigillata, il palazzo evacuato e controllato.

La sala radio a questo punto viene allestita in un camper di fortuna, a settembre la sfortunata invasione era già toccata alla sezione di Ostia.

Ma se Ostia è, per così dire, fuori città, la caserma di via del Falco è non solo in centro storico, ma nel cuore della città, a pochi passi da San Pietro, dove si spera le zecche non arrivino mai. Una grana che il nuovo comandante, Raffaele Clemente, dovrà affrontare anche sul tavolo sindacale. Il personale, infatti, lamenta non solo una carenza strutturale e organica ormai evidente, ma anche una dotazione di risorse che fa acqua da tutte le parti.