Australia: allarme per virus cavalli, 9 abbattuti

Pubblicato il 15 Luglio 2011 - 11:25 OLTRE 6 MESI FA

SYDNEY, 15 LUG – C'e' allarme in Australia, dove le corse ippiche (e le relative scommesse) sono una passione nazionale, per il diffondersi del mortale virus Hendra, che ha gia' ucciso o costretto ad abbattere nove cavalli in poco piu' di un mese e ha forzato la chiusura temporanea di diversi ippodromi fra cui in parte di quello di Randwick a Sydney, il piu' frequentato nel Paese. Nell'area dell'ippodromo e nel vicino Centennial Park, che ospita un centro equestre, vivono popolose colonie di volpi volanti, grossi pipistrelli portatori del virus, che si trasmette agli equini attraverso acqua o alimenti contaminati ed e' trasmissibile all'uomo.

Le autorita' ippiche del New South Wales, di cui Sydney e' la capitale, hanno ordinato una revisione dei 126 ippodromi dello Stato per valutare l'esposizione dei cavalli alle volpi volanti, e un rapporto e' atteso la prossima settimana. Tra le misure gia' adottate, la potatura delle palme nelle vicinanze di ippodromi, che ospitano le colonie di pipistrelli.

''Stiamo procedendo a una valutazione dei rischi per determinare la presenza di pipistrelli presso gli ippodromi e i siti di addestramento'', ha detto il responsabile delle corse ippiche dello Stato, Peter V' Landys. ''Se sara' il caso, adotteremo misure di sicurezza per impedire ogni esposizione al virus'', ha aggiunto. Ma ha tranquillizzato gli appassionati: nessuna corsa sara' annullata questo weekend.