Il segreto di Obama: il padre voleva darlo in adozione

Pubblicato il 8 Luglio 2011 9:23 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2011 9:29

Barack Obama (foto Lapresse)

BOSTON – Era la primavera del 1961 e il padre di Barack Obama avrebbe voluto darlo in adozione. Studiava dell’Università delle Hawaii, con la moglie, Ann Dunham. Lei era incinta di cinque mesi.

Stando a quanto scrive il Boston Globe ci sarebbe un documento datato 12 aprile del 1961, che riporta la conversazione tra lo studente di orgine keniota e Lyle Dahling, il funzionario dell’Us Immigration and Naturalization Service, l’agenzia federale per immigrazione e naturalizzazione, si legge che “la moglie del soggetto, cittadina americana, è incinta. Sebbene siano sposati, non abitano assieme e la signora Dunham è in contatto con la Salvation Army – un’organizzazione umanitaria di ascendenza cristiana – per dare il bambino in adozione”.

Se tutto questo fosse vero la storia sarebbe potuta andare diversamente, il presidente Usa non sarebbe divenuto tale.

Come ricorda il Boston Globe, i figli di matrimoni  misti non erano visti bene e le nozze tra coniugi diversi erano legali alle Hawaii ma erano vietati in 22 stati americani, e il papà di Obama aveva problemi finanziari.