Usa: ha i capelli grigi, non li tinge. Licenziata

Pubblicato il 11 Luglio 2011 - 14:47 OLTRE 6 MESI FA

HOUSTON (USA) –  Sarebbe stata licenziata a causa della sua capigliatura grigia. Sandra Rawline, ex manager della società immobiliare texana Capital Title punta il dito contro la sua azienda, colpevole di averla cacciata per la sua chioma. L’azienda, ovviamente, respinge le accuse e la vicenda è destinata a chiudersi in tribunale.

Fino al 2009, racconta il Corriere della Sera, la chioma lunga e grigia di Rawline non aveva turbato nessuno. Poi, però, la Capital Title ha deciso di traslocare in un quartiere più “chic” di Houston e avrebbe chiesto ai dipendenti di curare di più il look. Alla Rawline, che ha raccontato di avere i capelli grigi da quando ha 20 anni, sarebbe stato chiesto con insistenza di ricorrere a una tintura. Con il rifiuto sarebbe scattato il licenziamento.

Decisamente diversa la versione della Capital Title: “”Assumerei anche una persona di 150 anni, se si dimostrasse meritevole» ha spiegato l’amministratore delegato dell’azienda. In un comunicato ufficiale la Capital Title ha spiegato che alla base del licenziamento della donna non ci sarebbe il colore dei capelli ma il fatto che Rawline avrebbe perso uno dei clienti più importanti della società.

Rimane però s0spetta la tempistica: la donna è stata licenziata dieci giorni dopo il trasferimento nella nuova sede. Il tempo sufficiente per capire che i capelli non li avrebbe tinti?