Coronavirus, 23 turisti lodigiani bloccati a Nuova Delhi: due positivi, uno è medico Codogno

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 Marzo 2020 - 21:11| Aggiornato il 4 Marzo 2020 OLTRE 6 MESI FA
coronavirus india ansa

Coronavirus, 23 turisti lodigiani bloccati a Nuova Delhi (foto d’archivio Ansa)

MILANO – Erano partiti il 20 febbraio per l’India, prima quindi che scoppiasse l’emergenza coronavirus e adesso un gruppo di 23 lodigiani si trova bloccato nel Paese asiatico. “Venerdì – raccontano all’Ansa dall’agenzia di viaggi che ha fatto da mediatore con il tour operator per il viaggio – una persona ha accusato i sintomi, come tosse, ed è stato ricoverato prima in una clinica privata e poi il giorno dopo in un ospedale statale di Jaipur assieme alla moglie. Il primo tampone è risultato negativo al coronavirus, il secondo oggi è risultato positivo”.

Nel frattempo gli altri 21 lodigiani della comitiva sono stati fermati dalle autorità indiane e si trovano attualmente in una struttura sanitaria militare a Delhi dove stanno effettuando i test. Sono assistiti dall’ambasciata, che sta anche organizzando una spedizione di materiale sanitario aggiuntivo e generi alimentari. 

L’ambasciata d’Italia a New Delhi sta seguendo il caso in stretto raccordo con l’Unità di Crisi della Farnesina. L’ambasciata è anche in contatto con gli interessati e con le autorità locali, pronta a fornire ogni possibile assistenza. 

Fonte: Ansa