Il “baby matador” Jairo: a 16 anni uccide 6 tori per beneficenza

Pubblicato il 8 Febbraio 2010 17:49 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2010 17:49

Il baby torero spagnolo Jairo Miguel Sanchez Alonso, 17 anni il prossimo 5 marzo, ha superato una dura prova affrontando da solo nell’arena di Caceres sei tori per beneficenza. La corrida è stata organizzata per la raccolta fondi a favore dell’Aftea, l’associazione delle famiglie di persone autistiche. Il ragazzo, riportano i media locali raccontando lo spettacolo, ha tagliato tre orecchie, diventando così il secondo “espada” più giovane, dietro al madrileno El Juli che a 15 anni era riuscito in una simile impresa con 6 tori.

Quattro anni fa Jairo Miguel aveva firmato un contratto da 190 mila euro per prendere parte a 40 corride in Messico perchè in Spagna è proibito scendere nell’arena ai minori di 16 anni. E proprio in una plaza de toros messicana il giovane era stato ferito gravemente nel 2007, quando il toro “Hidrocalido” lo aveva caricato a tutta velocità, trascinandolo per diversi metri e lesionandogli seriamente un polmone.

Ormai cresciuto il matador più giovane del mondo pesa 68 chili per 182 centimetri di altezza. Ma, nonostante la sua mole, la madre Celia Moreno non ha nascosto i propri timori alla vigilia dell’incontro in solitario del figlio con sei tori. «Sono sempre nervosa, come qualsiasi mamma o moglie», aveva detto la donna intervistata dal quotidiano britannico Times. «Ma si deve iniziare da giovani e io sostengo mio figlio», aveva aggiunto.