La moglie lo lascia, lui si rivoge alla magia nera ma un finto stregone lo uccide a colpi d’ascia

di Caterina Galloni
Pubblicato il 21 Novembre 2021 - 10:00 OLTRE 6 MESI FA
La moglie lo lascia, lui si rivoge alla magia nera ma un finto stregone lo uccide a colpi d'ascia

La moglie lo lascia, lui si rivoge alla magia nera ma un finto stregone lo uccide a colpi d’ascia (Foto d’archivio Ansa)

La moglie lo lascia dopo un anno di matrimonio. Lui disperato tenta di farla tornare con un rituale di magia nera ma, riferisce Giampaolo Scacchi, viene ucciso a colpi di ascia da un falso stregone. Il fatto è accaduto in Russia.

La moglie lo lascia dopo un anno, lui si rivolge a un (finto) stregone

Anton Shabanov, 33 anni, ingegnere, si è rivolto alla magia nera quando la moglie Lyubov, 29 anni, dopo appena un anno di matrimonio lo aveva lasciato. Aveva creduto a Nikolay Ivanov, 32 anni, già in precedenza condannato, e insieme a lui aveva eseguito un rituale che prevedeva la sepoltura degli effetti personali della coppia in una foresta vicino ad Astrakhan.

Lo stregone prima li deride, poi uccide lui

In tribunale è emerso che durante il rituale, Ivanov avrebbe deriso Shabanov e insultato la sua ex moglie. E’ seguita una rissa, Ivanov con un’ascia ha colpito più volte la testa e il collo della vittima, uccidendolo. Ha coperto il corpo con dei rami ed è scappato. 

In seguito è stato arrestato e ha confessato di aver ucciso Shabanov, un ingegnere che lavorava per Lukoil, gigante russo dell’energia.

Ivanov, di Krasnoyarsk, è stato condannato a 9 anni e mezzo di carcere e a pagare circa 21.000 euro di risarcimento. All’emittente 360TV un amico di Shabanov ha detto:”Si erano separati. Non avevano divorziato. Era sconvolto ma non pensavo che praticasse dei rituali per far tornare la moglie”.