Marco Rallo e moglie torturati e uccisi in Colombia. Le piste: rapina o omicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2014 11:44 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2014 11:45
Marco Rallo e moglie torturati e uccisi in Colombia. Le piste: rapina o omicidio

Marco Rallo e la moglie

MEDELLIN (COLOMBIA) – I corpi torturati e senza vita di Marco Rallo e dalla moglie colombiana Maria Clara Uribe Zarate, sono stati trovati sabato scorso, 8 novembre, a Las Palmas, sobborgo della famigerata Medellin, la città in cui negli anni tra il 1976 ed il 1993 imperversava l’omonimo cartello di narcotrafficanti.

La stampa locale riferisce che i due, Rallo 46 anni e Uribe di 36, sono stati rapiti dalla loro casa a La Calera, sobborgo di Medellin. Lui, romano, era un imprenditore finanziario che dal 2002 si era trasferito in Colombia dove lavorava presso la Firma Proyectar Valores. La moglie era un avvocato.

I cadaveri sono stati ritrovat0, a distanza di due chilometri uno dall’altro, in pigiama con mani e piedi legati e con del nastro adesivo a tappare la bocca.

Le ricostruzioni delle autorità colombiane non lasciano adito a nessun dubbio: gli sposi sono stati prelevati dalla casa in cui vivevano, nel quartiere residenziale di La Calera El Poblado e poi abbandonati. Probabilmente le percosse e le violenze sono avvenute proprio dentro le mura di quell’appartamento che la coppia abitava da qualche anno. Ma resta da capire ora il motivo che ha portato a una morte apparentemente inspiegabile. Le indagini escludono un tentato furto ai danni della coppia, compiuto da malviventi e finito poi nel dramma. Gli inquirenti seguono, invece, la pista dell’omicidio preterintenzionale. Anche l’Interpol è stata chiamata in causa per far luce sul caso.