Marea nera, governo contro Bp: verso inchiesta penale

Pubblicato il 29 maggio 2010 16:22 | Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2010 16:22

L’eco-disastro del Golfo del Messico potrebbe costare a British Petroleum un’inchiesta penale. E’ quello che sta valutando il Dipartimento della Giustizia americano che ha mosso i primi passi verso un’azione penale per la marea nera.

Una squadra di procuratori e di investigatori guidata dagli Assistant Attorney General Ignacia Moreno e Tony West hanno cominciato a raccogliere prove in Louisiana e stanno cercando di verificare se Bp abbia violato regole di sicurezza federali e fuorviato le autorità federali assicurando che era in grado diu contenere rapidamente la perdita di greggio.

Gli investigatori federali hanno incontrato le procure locali e inviato lettere al management di Bp, scrive oggi il Los Angeles Times. L’indagine del Dipartimento di Stato è un passo preliminare prima di decidere l’apertura formale di una inchiesta. L’amministrazione Obama ha chiesto al Congresso di autorizzare dieci milioni di dollari per pagare per l’indagine affermando che i fondi sono necessari “per garantire che Bp e altre parti responsabili nel disastro, non possano sfuggire ai loro obblighi di legge”.