Il bodyguard di Michael Jackson rivela: “Ordinò di sparare al fratello”

Pubblicato il 9 Maggio 2012 19:12 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2012 19:41

Michael Jackson

NEW YORK, 9 MAG – Michael Jackson avrebbe ordinato di sparare al fratello Randy. La rivelazione shock viene dalla stessa guardia del corpo che non molto tempo fa ha rivelato come il Re del pop sognava di sposare Whitney Houston. Questa volta Matt Fiddes ha raccontato come quella che era cominciata come una banale scaramuccia familiare e’ poi degenerata oltremisura. Jacko infatti – secondo il bodyguard – arrivo’ ad ordinare l’uccisione del fratello minore. ”Michael e’ stato per anni in guerra con i suoi fratelli”, ha dichiarato la guardia del corpo al tabloid inglese ‘The Sun’. ”Loro volevano a tutti i costi che firmasse un accordo da 500 milioni di dollari per un tour con i ‘Jackson Five’ di nuovo riuniti. La situazione e’ degenerata quando Randy ha cercato di entrare con la forza in casa di Michael per parlargli. A quel punto lui ordino’ di sparargli”.

Fiddes ha aggiunto che fortunatamente per Randy, all’epoca Jackson era imbottito di droghe e le sue guardie del corpo non gli diedero retta. ”Non credo che Michael avesse mai avuto intenzione di ucciderlo – continua l’uomo – e disse alle guardie di sparargli alle gambe. Randy, spaventato a morte, minaccio’ allora di chiamare la stampa”.

Ma la gola profonda Fiddes e’ andato anche oltre con le rivelazioni, affermando come sia lui il padre biologico di Blanket, il figlio minore di Jackson, perche’ nel 2001 dono’ al cantante un campione del suo sperma: “Voleva concepire un figlio atletico”.