Missile uccide in Siria, teleguidato da Londra, ecco come…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Settembre 2015 - 13:32 OLTRE 6 MESI FA
Missile uccide in Siria, teleguidato da Londra, ecco come...

Missile uccide in Siria, teleguidato da Londra, ecco come…

LONDRA – Uccidere i jihadisti in Siria stando seduti a 3mila miglia di distanza nel Lincolnshire, in Gran Bretagna, usando un missile teleguidato. I piloti del Raf, l’aeronautica inglese, hanno ucciso i due jihadisti britannici, Reyaad Khan e Ruhul Amin, usando un drone del valore di 10 milioni di sterline lo scorso 21 agosto. I piloti, comodamente seduti nell’hub del Raf a Waddington, hanno pilotato a distanza il missile che ha colpito i due terroristi mentre viaggiavano su un’auto a Raqqa, in Siria.

 

Ma come funzionano questi attacchi? I piloti siedono davanti agli schermi dei computer e guidano i droni sul campo di battaglia per un massimo di 14 ore, riprendendo la zona con telecamere ad alta definizione e radar. I droni monitorano i target e li seguono con attenzione, permettendo di pianificare l’attacco, che avviene solo quando arriva l’autorizzazione ad aprire il fuoco. Per distruggere i nemici, scrive il Daily Mail, bastano appena pochi secondi. Una innegabile differenza di tempo rispetto all’invio di un jet con piloti e militari a bordo.