Mosca, rischia 10 anni il blogger che ha svelato i segreti di Putin

Pubblicato il 17 Aprile 2013 14:19 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2013 14:19

Alexiei Navalni

MOSCA – E’ stato aggiornato al 24 aprile il processo al blogger anti Putin Alexiei Navalni: i suoi difensori hanno chiesto e ottenuto più tempo per studiare gli atti. Navalni si è scusato con i suoi sostenitori arrivati a Kirov, sottolineando di aver fatto presente questa eventualità. ”Sono innocente e la mia innocenza risulterà chiara nelle prossime udienze”, ha poi dichiarato ai giornalisti. Prima dell’udienza aveva detto chiaramente: “Il mio è un processo politico voluto da Vladimir Putin”. Rischia 10 anni di carcere. Chi è Navalni lo spiega Mark Franchetti, giornalista del Sunday Times:

L’ avvocato anti-corruzione Alexei Navalny è uno dei critici più visibili di Vladimir Putin. Se non avete mai sentito parlare di lui, ne sentirete parlare ora. A soli 36 anni, è il nuovo volto giovane dell’opposizione russa. Non ha accesso alla televisione nazionale, ma più di un terzo del Paese lo conosce. È una creatura di internet, che twitta e blogga ossessivamente. Usa i social media per denunciare la corruzione e le sue rivelazioni hanno già costretto alle dimissioni membri della Duma, il parlamento russo. In più, vuole diventare presidente. Il Cremlino ne ha avuto abbastanza. Navalny dev’essere messo a tacere: da qui il processo. Se sarà condannato, nella migliore delle ipotesi gli sarà impedito per sempre di candidarsi a una carica pubblica. Al peggio potrebbe essere incarcerato per una decina di anni, una mossa che accrescerebbe le tensioni tra l’opposizione e il governo e sarebbe fortemente condannata da Washington e dall’Unione europea. Il caso è di così evidente motivazione politica che persino il consiglio per i diritti umani del Cremlino ha bollato le accuse come «prive di fondamento».