Prezzi troppo alti e tanti divieti: a New York si spacciano sigarette

Pubblicato il 6 Aprile 2011 13:44 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2011 13:44

NEW YORK – Cresce il prezzo delle sigarette, crescono i divieti e nella Grande Mela scoppia il boom di contrabbando di sigarette. Un pacchetto, comprato normalmente, costa oggi 12,50 dollari ed è praticamente vietato quasi ovunque fumare: nei negozi, nei ristoranti, ma anche nei parchi pubblici e in alcuni casi anche a casa propria. E’ quindi fiorito il mercato nero che vende pacchetti di sigarette “scontati” oppure le “bionde” sfuse. E dove si trova la zona di “spaccio”? Non nelle periferie, bensì a Midtown, nel cuore di Manhattan, uno dei quartieri più ricchi di New York.

Tra le sette e le dieci del mattino attorno a Penn Station una miriade di venditori ispanici o afriamericani si sbracciano per attirare i potenziali clienti. I prezzi, anche al mercato nero, non sono comunque dei migliori: si fa dai 75 cent per una sigaretta, un dollaro per due, agli otto dollari per un pacchetto. Si può arrivare anche ai 7 dollari se si conosce bene il venditore.