Nigeria, attacchi al nord. Il presidente Jonathan a Kano

Pubblicato il 22 Gennaio 2012 17:35 | Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2012 17:46

KANO (NIGERIA) – Il presidente della Nigeria, Goodluck Jonathan, e’ arrivato nel tardo pomeriggio a Kano, citta’ del Nord devastata nella notte tra venerdi’ e sabato da bombe e sparatorie che hanno causato almeno 178 morti.

Lo hanno riferito testimoni, precisando che il capo di stato intende ispezionare i siti istituzionali (in primo luogo, commissariati e stazioni di polizia, quartier generale dei servizi segreti) presi di mira dagli estremisti islamici della setta Boko Haram.

Jonathan, cristiano originario del Sud, ha incontrato l’emiro Ado Bayero, il piu’ importante e autorevole responsabile musulmano della metropoli che conta dieci milioni di abitanti.

Il presidente ha promesso di rafforza le misure di sicurezza e ha fatto le condoglianze alle famiglie delle persone decedute, molti poliziotti ma anche moltissimi civili. ”Un attacco terroristico contro una singola persona e’ un attacco contro tutti noi”, ha dichiarato.

Gli attentati di due giorni fa sono i piu’ sanguinosi mai compiuti nel nord della Nigeria. Lo scorso 31 dicembre il presidente aveva decretato lo stato d’emergenza in alcune regioni settentrionali gia’ colpite da violenze rivendicate dagli integralisti islamici di Boko Haram. Ma Kano era rimasta esclusa.