Osama voleva uccidere Obama: il piano di Bin Laden e le minacce alla nonna del presidente

Pubblicato il 13 Maggio 2011 16:30 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2011 16:33
obama_Sarah

Sarah Obama

WASHINGTON – L’ultima è che Osama bin Laden voleva uccidere il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Ultima per importanza è proprio questa indiscrezione di Abc News, proveniente sempre dalle solite fonti anonime americane, che il capo di Al Qaeda ammazzato da un raid Usa in Pakistan stava preparando un’azione per eliminare il suo nemico numero uno.

Intanto stando alle notizie della stampa americana, la nonna del presidente Barack Obama, Sarah, è finita in pericolo in Kenya. Dopo aver ricevuto la minaccia di possibili ritorsioni dopo l’omicidio di bin Laden la polizia ha fatto sapere di aver aumentato i servizi di sicurezza nel villaggio di Kogelo dopo che Al Shabaab, la branca di Al Qaeda che ha base in Somalia, ha lanciato qualche avvertimento.

La Abc ha riferito anche che la nonna del presidente americano, 88 anni, non è affatto preoccupata: ”La mia vita non è condizionata in alcun modo, ho piena libertà di movimento. Se il governo ha deciso di mandare qui più  uomini, a me sta bene” ha detto.

Al Shabaab in Somalia ha avuto tra i suoi membri uomini di spicco come Omar Hammami, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Abu Mansur al-Amriki, detto l’Americano. L’uomo, cresciuto in Alabama, è diventato noto per aver scritto e interpretato alcune canzoni in cui si inneggia alla jihad, alla guerra santa.

A Kogelo tutti conoscono la nonna di Obama, terza moglie del nonno paterno di Obama, Onyango Obama, semplicemente come ”Mamma Sarah”, ma d’ora in poi chiunque voglia renderle visita dovrà accettare di essere scrupolosamente perquisito. Mamma Sarah in Kenya è diventata una figura popolare a livello nazionale in particolare dopo la visita ricevuta dal nipote Barack nel 2006. L’allora senatore democratico, che stava scrivendo il suo primo libro ”Dreams from my Father”, si reco’ in Kenya proprio per conoscere la nonna.