Produttore Teddy Riley: “Michael Jackson è stato ucciso, suo assassino sarà preso”

Pubblicato il 26 Ottobre 2009 9:53 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2009 9:53

michael jacksonMichael Jackson è stato ucciso e il suo omicida sarà catturato presto. Lo afferma uno dei suoi amici più vicini, Teddy Riley, co-produttore dell’album multiplatino “Dangerous” e fondatore della band Blackstreet.

Riley si trova in Australia per la prima mondiale mercoledì del film biografico sul leggendario cantante pop, morto il 26 giugno dopo un arresto cardiaco nella sua villa di Los Angeles.

«A qualcuno non piaceva qualcosa che Michael aveva detto o che stava facendo, o non voleva che tornasse al top, così dovevano liberarsi di lui», ha detto Riley, aggiungendo che egli stesso e la famiglia della star credono di sapere chi sia l’omicida, e che sarà arrestato presto.

Il coroner della contea di Los Angeles ha stabilito che la morte è stata un omicidio causato dal’uso smodato di Propofol ed altri sedativi. Riley, che ha visto Jackson due giorni prima della morte durante le prove per il suo tour di ritorno, ha detto di averlo trovato in ottima salute, anche se soffriva di dolori a causa dei disturbi alla pelle.

Alla domanda se sapeva chi lo avesse ucciso, ha risposto: «Lo saprete. Possono essere state tante persone. La verità verrà fuori».