Russia, cargo carico di oro scompare nel mare di Okhotsk

Pubblicato il 29 Ottobre 2012 13:28 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2012 13:28
Russia, scomparso nel mare di Okhotsk cargo con 700 tonnellate d’oro

ROMA – Laggiù nello sperduto mare di Okhotsk, racchiuso tra la costa est della Siberia e quella nord dell’isola di Hokkaido appartenente al Giappone, è scomparso un tesoro di 700 tonnellate d’oro. Il cargo che lo trasportava ha lanciato un sos, ricevuto da una base di controllo nelle isole Shantar, nell’Estremo oriente russo. Poi è scomparso. L’esercito russo si è unito alle ricerche.

L’equipaggio sarebbe composto da 8 persone, “tutti professionisti di notevole esperienza”, secondo l’armatore. “Le squadre impegnate nelle ricerche al momento stanno effettuando le necessarie verifiche, per stabilire cosa sia accaduto. Va verificata la rotta della nave e le sue condizioni tecniche”, dicono dal dipartimento indagini sui trasporti dell’Estremo oriente.

Sono già stati perlustrati quattromila metri quadrati di mare. L’esercito russo ha sfoggiato anche un aereo anfibio e un elicottero Mi-8, nonostante le avverse condizioni metereologiche. Ma quel cargo sembra destinato a divenire tesoro leggendario, preda di pirati e avventurieri: le previsioni meteo danno peggioramenti proprio nell’area della misteriosa scomparsa e le ricerche potrebbero essere interrotte.