“O.J. Simpson non ha ucciso la moglie, è stato il figlio Jason a farlo”

Pubblicato il 2 Aprile 2012 16:03 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2012 16:22

O.J. Simpson

LOS ANGELES – “O.J. Simpson non ha ucciso la moglie o la sua amica. Suo figlio lo ha fatto”. Questa è la teoria elaborata da un investigatore privato texano il quale sostiene di aver portato alla luce prove che collegano Jason Simpson al delitto del 1994. L’investigatore, William C. Gentile, spiega che OJ Simpson ha cercato di coprire i crimini del figlio e anche si lasciò processare per distogliere l’attenzione della polizia dallo stesso figlio.

Nel suo libro, “GU è innocente e posso provarlo”, che racconta i suoi sei anni di indagini sugli omicidi, Gentile sostiene di aver trovato un coltello che gli esperti forensi dicono essere l’arma del delitto. “Ho trovato delle foto di Jason Simpson in cui indossa un berretto e una maglia simile a quelli che la polizia ha trovato sulla scena del crimine”.

Quindi prosegue: “Jason Simpson ha confessato di avere una personalità stile Dr. Jekyll and Mr. Hyde”. Jason Simpson, che lavora come chef a Miami, non ha risposto alle “nuove accuse”.