Siria, bombe in centro a Damasco: decine di morti. Qatar, 100 mln ai ribelli

Pubblicato il 21 Febbraio 2013 - 12:12| Aggiornato il 22 Luglio 2022

DAMASCO – Autobombe nel centro di Damasco: secondo la tv di Stato sono morte almeno 53 persone, tra cui alcuni bambini. Le più potenti esplosioni sono avvenute vicino alla sede del partito Baath di Bashar al Assad, che hanno coinvolto gli studenti della scuola Abdallah ben Zubeir. Intanto il Qatar ha consegnato 100 milioni ai ribelli siriani.

Anche l‘ambasciata russa a Damasco  è rimasta danneggiata nell’attentato esplosivo alla sede del Baath. ”L’edificio è stato danneggiato”, ha detto un diplomatico russo, i vetri sono andati in frantumi. Altre deflagrazioni hanno colpito la sede dei servizi segreti nel quartiere di al-Qabun e i quartieri di Baramkeh, al-Adawi e Barzeh.

Intanto il Qatar ha consegnato cento milioni di dollari all’opposizione siriana per fornire assistenza umanitaria alla popolazione.  La Coalizione nazionale siriana sta cercando di arrivare ad un accordo di pace che non comprenda il presidente Assad.