Terremoto in Cina, 4 scosse in un’ora: oltre 40 morti, 20mila case distrutte

Pubblicato il 7 settembre 2012 9:01 | Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2012 10:46

terremotoPECHINO – Tre scosse in meno di un’ora hanno fatto tremare la provincia meridionale cinese dello Yunnan. La prima di magnitudo 5.6 è stata registrata alle 11:19 ora locale (le 5:19 in Italia), un’altra di magnitudo 4.9 alle 11:58 ora locale (le 5:58 in Italia) e una di 5.6 gradi della scala Richter alle 12:16 (6:16), poi ancora un’altra poco dopo.

Secondo i rilievi del Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs), il sisma ha avuto ipocentro a 31,2 km di profondità ed epicentro localizzato 8 km a sud di Jiaokui e 38 a nordest di Zhaotong.

Una quarantina di persone sono morte e più di 20mila case sono crollate tra le province dello Yunnan e del Guizhou, anche se il maggior numero di danni si è registrato nella contea di Yiliang. Scavare tra le macerie probabilmente porterà alla luce altre vittime.