Thamsanqa Jantjie, interprete schizofrenico, killer e stupratore: ne bruciò vivi 2

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 17 Dicembre 2013 17:40 | Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2013 17:51
Thamsanqa Jantjie, interprete schizofrenico, killer e stupratore: ne bruciò vivi 2

Thamsanqa Jantjie, interprete schizofrenico, killer e stupratore: ne bruciò vivi 2. Qui mentre traduce Obama (foto Lapresse)

JOHANNESBURG – Thamsanqa Jantjie, linterprete schizofrenico del funerale di Nelson Mandela, ha anche ammazzato due persone. Anzi, per meglio dire le ha arse vive. E ne ha stuprate altre. E’ stato condannato per omicidio e stupro e poi ha tradotto le parole di Obama nell’evento mediatico dell’anno.

La figura di Jantjie sta diventando quasi leggendaria in Sudafrica: prima hanno scoperto che si era inventato gran parte della traduzione del discorso del presidente americano. Poi lui stesso ha ammesso di soffrire di schizofrenia e di “sentire le voci”. Adesso vengono fuori anche queste condanne.

La storia è raccontata sui siti anglosassoni. Jantjie ha fatto parte di una spedizione punitiva nei confronti di due ladri di televisori. I due, individuati come responsabili del furto, sono stati circondati e “giudicati” seduta stante da un gruppo in cui c’era anche l’interprete.

Dopo la “condanna”, i due ladri sono stati dati alle fiamme in maniera barbara: ruote infuocate sono state applicate intorno al loro collo.

Più nebulose invece le notizie sulla condanna di Jantjie per stupro. Fatto sta che in totale avrebbe dovuto scontare un anno di pena, ma se l’è scampata solo perché ha ottenuto l’infermità mentale. Ed è stato internato in un ospedale psichiatrico. E l’hanno mandato a tradurre Obama…