Usa, il piromane di Hollywood accusato di 37 roghi

Pubblicato il 5 Gennaio 2012 0:22 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2012 0:23

LOS ANGELES – Un tedesco di 24 anni, Harry Burkhart, arrestato lunedì (2 gennaio) a Hollywood dalla polizia come presunto responsabile di una serie di incendi dolosi che hanno colpito la città durante le vacanze natalizie, è stato formalmente incriminato dal procuratore distrettuale di 37 episodi di roghi.

Gli incendi erano cominciati venerdì scorso, 30 dicembre, e avevano colpito soprattutto auto e parcheggi, propagandosi anche ad abitazioni e tenendo la popolazione in ansia per quattro giorni. Secondo il sindaco di Los Angeles i danni ammontano a 3 milioni di dollari.

Per la polizia Burkhart è il più pericoloso piromane che abbia agito in città. Il giovane è stato bloccato da un vicesceriffo, che lo ha visto su un furgone simile a quello notato nei pressi dei roghi.

Il giorno prima che cominciassero gli incendi, la madre di Burkhart, Dorothee, 53 anni, era stata arrestata dalla polizia di Los Angeles sulla base di un ordine di arresto delle autorità tedesche per vari reati, tra i quali frode e mancato pagamento di una operazione per ingrandire il seno.

Quando la donna era comparsa davanti al giudice, il figlio Harry era entrato nell'aula e aveva cominciato a inveire contro i giudici, tanto che era stato brevemente arrestato.