Usa, boom bimbi clandestini: in 5.000 entrati senza genitori

Pubblicato il 28 Aprile 2012 - 20:34 OLTRE 6 MESI FA

NEW YORK, 28 APR – Gli Stati Uniti alle prese con un'impennata del numero di bambini che dall'America centrale attraversano il confine texano senza genitori. Da ottobre 2011 a marzo 2012, quasi 5.300 minori sono approdati negli Usa senza essere accompagnati da un genitore o da un tutore, circa il 93% in piu' rispetto allo stesso periodo nell'anno precedente. Secondo i dati raccolti dal ministero della Sanita', nel solo mese di marzo sono arrivati 1.390 bambini. Non sono ben chiari i motivi per cui il fenomeno e' cresciuto a dismisura. Secondo le autorita' probabilmente si tratta di bambini che vanno alla ricerca dei genitori gia' immigrati, oppure che tentano di scappare da abusi o ancora alla ricerca di una migliore situazione economica. Per lo piu' provengono dal Messico, Honduras, Guatemala, El Salvador. Una volta arrivati negli Stati Uniti trovano sistemazioni temporanee in rifugi. Alcuni di loro sono piu' fortunati e vengono affidati a qualche residente; altri nel giro di un paio di mesi vengono rimpatriati. Lo scorso anno ne sono stati rimandati a casa circa 6.000.