Morto in India il guru B.K.S. Iyengar: insegnò lo Yoga all’occidente

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Agosto 2014 10:35 | Ultimo aggiornamento: 21 Agosto 2014 15:27
Yoga, morto in india il guru  B.K.S. Iyengar

Yoga, morto in india il guru B.K.S. Iyengar

NEW DELHI – Il guru indiano B.K.S. Iyengar,  l’uomo che ha di fatto portato lo yoga in occidente  è morto il 20 agosto per complicazioni respiratorie all’età di 95 anni in un ospedale di Pune, in India.  Lo Iyengar Yoga, pratica rigorosa che affonda le radici in insegnamenti millenari, è diffuso in tutto il mondo, apprezzato per la precisione dell’esecuzione fisica delle differenti posizioni (asana).

Nato il 14 dicembre 1918 Bellur Krishnamachar Sundararaja Iyengar era stato ricoverato una settimana fa con problemi a polmoni, cuore e reni, tanto da essere posto in rianimazione ed in dialisi. Fonti mediche hanno reso noto che negli ultimi giorni il guru rifiutava di alimentarsi, contribuendo cosi’ ad aggravare il suo stato generale. Pur avendo diffuso il suo metodo yoga in tutto il mondo, Iyengar ha continuato ad operare a Pune nella sua casa convertita in ashram, il Ramamani Iyengar Memorial Yoga Institute (Rimyl).

Il suo è una sorta di Hatha Yoga che pone molta enfasi nei dettagli, nella precisione dell’allineamento nella realizzazione delle posture (asana) e nel controllo della respirazione (pranayama). Nel corso della sua vita Iyengar aveva classificato oltre 200 posizioni classiche di yoga e 14 differenti tipi di pranayama. Già ultranovantenne, il guru continuava a praticare due-tre ore di yoga al mattino ed era ancora in grado di realizzare per 30 minuti la sirsasana, la posizione sulla testa.

Decorato con il Padma Vibhushan, dal presidente della repubblica indiano Iyengar, che fu collocato fra le 100 persone più influenti del mondo dal Time Magazine, lascia un figlio ed una figlia.