Lavate il pollo prima di cucinarlo? Sbagliato: così diffondete eventuali batteri

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Agosto 2019 10:28 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2019 12:10

(Foto Ansa)

ROMA – Lavate il pollo prima di cucinarlo? Errore. Così rischiate di diffondere eventuali batteri. A chiarirlo è uno studio realizzato dal Department of Agriculture statunitense e dalla North Carolina State University.

I ricercatori autori del rapporto hanno sottoposto ad un esperimento 300 persone il cui compito era di preparare un pasto a base di pollo e insalata. I volontari sono stati divisi in due gruppi: il primo ha ricevuto istruzioni su come cucinare il pollo in sicurezza, e quindi senza lavarlo, mentre l’altro non ha ricevuto alcuna istruzione. 

Il 93% di coloro che avevano ricevuto le istruzioni non hanno lavato la carne, che era stata trattata con una forma non pericolosa di escherichia coli, mentre il 61% dei componenti del secondo gruppo lo ha fatto. Nel 26% dei casi del secondo gruppo il batterio è stato trovato nell’insalata, nel lavandino e negli utensili da cucina.

E per fortuna si trattava solo di una forma non pericolosa di escherichia coli: ma la carne di pollo è spesso contaminata da batteri pericolosi come la Salmonella o il Campylobacter.

Anche quando si lava il pollo credendo di pulirlo meglio i batteri si possono diffondere. Gli autori dello studio hanno per questo stilato una breve lista di consigli per evitare contaminazioni durante la preparazione del pollo: preparare la carne per ultima; utilizzare un tagliere a parte per la carne; non lavare il pollo; lavarsi le mani per almeno 20 secondi dopo aver maneggiato la carne; usare un termometro per essere sicuri che la carne raggiunga almeno i 73 gradi durante la cottura.

Fonte: Ansa