Antonino Maggiore: chi è il nuovo capo dell’Agenzia delle Entrate a cacia degli evasori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 agosto 2018 9:55 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2018 9:55
Antonino Maggiore: chi è il nuovo capo Agenzia delle Entrate a cacia degli evasori

Antonino Maggiore: chi è il nuovo capo dell’Agenzia delle Entrate a cacia degli evasori (foto Ansa)

ROMA – Chi è Antonino Maggiore, il nuovo numero uno dell’Agenzia delle Entrate. Arriva dal Friuli Venezia-Giulia e dalla Guardia di Finanza. Il Generale di Divisione Antonino Maggiore è nato a Cormons, nel goriziano, nel 1960 e ha frequentato l’Accademia della Guardia di Finanza dal 1979 al 1983 [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Sono numerosi gli incarichi di comando ricoperti da Maggiore nel corso della carriera che, da Tenente, ha operato a Gaeta e poi a Napoli. Una volta presi i gradi di Capitano Maggiore è stato Comandante di Compagnia Allievi presso la Scuola di Sottoufficiali di Cuneo e poi Comandante della Compagnia di Imperia fino ad approdare, da Maggiore e Tenente Colonello, nella Polizia Tributaria di Palermo e di Torino. Dal 1993 al 1995 Maggiore ha infatti frequentato il Corso di Polizia Tributaria, è laureato in Giurisprudenza, Scienze Politiche e Scienze della Sicurezza Economica-Finanziaria e, nel suo curriculum, c’è anche un master in diritto tributario.

Il primo luglio 2014, mentre ricopriva l’incarico di Comandante Regionale in Friuli Venezia-Giulia, Maggiore è stato promosso a Generale di Divisione ricoprendo, dall’ottobre del 2015, il ruolo di Comandante Regionale in Veneto della Gdf.

Maggiore è stato tra l’altro insignito dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica, della medaglia d’oro al merito di lungo comando, della croce d’oro per anzianità di servizio e della medaglia Mauriziana.

“Ieri abbiamo fatto una cosa molto importante: abbiamo azzerato i vertici dell’Agenzia delle entrate, Demanio e Dogane. C’erano un ex parlamentare del Pd ed un ex sindaco del Pd: da stamattina c’è il generale della Gdf Antonino Maggiore ed è un grande segno per mettere mano ai grandi evasori che hanno rubato sulla pelle dei cittadini. Non è lottizzazione ma nomine per merito. Io prima non li conoscevo”. Lo ha detto il vicepremier, Luigi Di Maio, intervenendo a Rtl 102.5.