Fca scelta dal sindacato americano. Ma rifiutata da Gm

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Settembre 2015 12:59 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2015 12:59
Fca scelta dal sindacato americano. Ma rifiutata da Gm

Mary Barra

FRANCOFORTE – La Fca (Fiat Chrysler Automobiles) viene scelta dal sindacato americano Uaw per la trattativa sul contratto ma la Gm rifiuta la fusione. Mary Barra, amministratore delegato di General Motors, rinnova il proprio no dal Salone dell’auto di Francoforte.

“Abbiamo esaminato il piano con attenzione e cura. Lo abbiamo presentato ai nostri azionisti. Sono d’accordo con noi che non è nel nostro interesse”, ha spiegato Barra. Nessun timore di un’Opa ostile. “Abbiamo azionisti forti che credono nella nostra indipendenza”.

Mentre incassa il nuovo rifiuto, Fca si aggiudica però la scelta dell’Uaw (United Auto Worker Union, il sindacato americano dei lavoratori nel settore automobilistico), che ha individuato proprio nel gruppo italo-americano la leader fra le tre sorelle di Detroit per guidare la trattativa che interessa anche Ford e Gm.

Sarà Fca la società da cui fare partire il negoziato che coinvolge in tutto 140mila lavoratori, 37mila dei quali Fiat Chrysler. Il desiderio di una fusione con Gm e la trattativa con Uaw hanno un punto di contatto: il sindacato, infatti, è azionista della società di Detroit. Sergio Marchionne, quindi, potrebbe trovare un appoggio all’alleanza.