Ferragosto tutto esaurito su spiagge italiane. Sud batte nord, turismo in ripresa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 agosto 2015 10:58 | Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2015 10:58
Ferragosto tutto esaurito su spiagge italiane. Sud batte il nord, turismo in ripresa

Ferragosto tutto esaurito su spiagge italiane. Sud batte il nord, turismo in ripresa

MILANO –  Ferragosto farà registrare il tutto esaurito sulle spiagge italiane. Dopo anni di crisi, le due settimane centrali di agosto faranno registrare un incremento del 25 per cento rispetto all’anno scorso, estate caratterizzata dal forte maltempo. Si tratta di una crescita sia di presenze e soggiorni, spiegano gli esercenti aderenti alla Cna Balneari interpellati da una ricerca.  Secondo il responsabile nazionale Cristiano Tomei, “i risultati della stagione in corso potrebbero addirittura superare le performance del 2012, la migliore degli ultimi anni”.

Le migliori performance sono attese in Abruzzo ed Emilia-Romagna. Gli aumenti consistenti vanno dal 15 per cento (Friuli-Venezia Giulia, Molise, Veneto) al 25 per cento (Abruzzo, Emilia-Romagna, Puglia, Sicilia). E non si tratta – evidenzia ancora la Cna Balneatori – solo di turismo mordi-e-fuggi: crescite significative sono previste anche per i soggiorni più lunghi. Le permanenze tra 7 e 10 giorni sono attese in aumento, rispetto al 2014, tra il 20 e il 30 per cento, con picchi in Abruzzo, Emilia-Romagna, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana. Lievemente inferiori le previsioni positive per i periodi di 10/15 giorni di presenza, che segnalano incrementi tra il 10 e il 20/25 per cento (Calabria, Puglia, Sardegna, Sicilia). A quanto pare insomma, nella crescita delle presenze, il sud batte il nord.

UN TERZO DELLA SPESA DI ITALIANI E STRANIERI IN VACANZA DESTINATO ALLA TAVOLA – Come spendono i soldi, gli italiani e stranieri in vacanza in Italia? !uasi un terzo della spesa di italiani e stranieri in vacanza in Italia è destinato alla tavola, tra ristoranti, pizzerie, trattorie, prodotti enogastronomici, per un importo complessivo stimato in circa 11 miliardi. E’ quanto emerge da uno studio della Coldiretti che nel padiglione “No farmers no party” all’Expo di Milano ha presentato la classifica dei primati enogastronomici con l’assegnazione delle “Bandiere del gusto 2015”.

Il cibo è il vero valore aggiunto delle vacanze made in Italy. Tra tutti gli elementi della vacanza, dall’alloggio ai trasporti, dai servizi di intrattenimento a quelli culturali, la qualità del cibo in Italia è quella che ottiene il più alto indice di gradimento tra i turisti. L’Italia – precisa la Coldiretti – ha conquistato la leadership mondiale nel turismo enogastronomico grazie a 4.886 prodotti tradizionali censiti dalle Regioni, 272 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario, 415 vini Doc/Docg, quasi 21mila agriturismi e oltre 6.600 fattorie dove acquistare direttamente dagli agricoltori di Campagna Amica.

Secondo lo studio, due stranieri su tre considerano la cultura e il cibo la principale motivazione del viaggio in Italia, mentre il 78% degli italiani in vacanza vuole gustare i prodotti tipici del luogo in cui si reca. Più di un italiano su quattro (28%) torna a casa con specialità alimentari tipiche.