Goldman Sachs, paura di un default dell’Italia: fuga dai Btp, ne vende 2,3 mld

Pubblicato il 9 agosto 2012 18:40 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2012 18:45

crollo euroNEW YORK – Goldman Sachs fugge dal debito italiano e vende oltre 2,3 miliardi di Btp: prima mossa della banca Usa nell’ottica della nuova politica “prepararsi al crollo dell’euro”. Il colosso americano ha ridotto la propria posizione sul debito italiano del 92% nel secondo trimestre, dopo averla aumentata nei primi tre mesi.

Lo comunica la banca in nota alla Sec, nella quale precisa che ”l’esposizione di mercato” ai bond del governo italiano è scesa a 191 milioni di dollari alla fine di giugno dai 2,51 miliardi di dollari della fine dei marzo. Goldman allo stesso tempo è partita a coprirsi con strumenti di natura derivata, come i cds (credit default swaps) prodotti assicurativi utili a tutelarsi dal rischio-Paese e dall’implosione della moneta unica. Ha infatti aumentato la propria posizione sui derivati per assicurarsi da eventuali rischi di default per l’Italia.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other