Black list di chi non paga Rc Auto. Tutor, e varchi Ztl ti spiano. Poi 15 giorni per pagare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2014 17:11 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2014 17:14
Guidi senza Rc Auto? Tutor, e varchi Ztl ti spiano. Poi 15 giorni per pagare

Guidi senza Rc Auto? Tutor, e varchi Ztl ti spiano. Poi 15 giorni per pagare

ROMA – Arriva la “black list” delle auto che circolano senza assicurazione. Lista che servirà non a fermare le vetture scoperte ma a battere cassa: 15 giorni di tempo per mettersi in regola. Oppure scatteranno le multe. A “spiare” le auto ci penseranno i varchi Ztl, i sistemi tutor e ovviamente le pattuglie stradali.

Una sorta di ”black list” delle auto senza copertura assicurativa per aumentare la regolarità e la sicurezza sulla strada: a partire dal 15 febbraio 2014, la Motorizzazione civile trasmetterà in tempo reale i dati relativi alle auto non assicurate al ministero dell’Interno e alle forze di Polizia nazionali e locali per individuare i veicoli e sollecitare i proprietari a stipulare l’RC Auto. Lo ha annunciato il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Erasmo D’Angelis.

Con la trasmissione al ministero e alle forze dell’ordine dell’archivio informatico della Motorizzazione, aggiornato grazie al web service e all’incrocio dei dati relativi a tutti i veicoli con le polizze stipulate con tutte le compagnie assicurative, le auto senza copertura potranno essere individuate attraverso varchi Ztl, tutor e pattuglie su strada ma non saranno immediatamente sanzionate.

”Senza accanimento vessatorio – spiega D’Angelis durante la visita alla ‘Fabbrica della Patente’, dove nasce e viene spedito a casa dei cittadini il nuovo documento di guida digitale – i cittadini interessati saranno sollecitati a rimediare entro 15 giorni, pena il pagamento di sanzioni da un minimo di 841 euro a un massimo di 3.366 euro, fino al sequestro dell’auto”.    

Secondo i dati della Motorizzazione, ad oggi 3,8 milioni di auto in Italia non sono coperte da assicurazione: ”Una cifra impressionante che ci consegna il record negativo europeo in materia di infrazioni e irregolarità”, commenta il sottosegretario. ”I proprietari di veicoli non assicurati – conclude – creano enormi problemi a migliaia di italiani onesti per l’impossibilità del risarcimento dei danni nei contenziosi post incidente stradale, anche in presenza di lesioni gravi a passeggeri”.