Imu, se ritardi paghi lo 0,2% in più al giorno. Se ti beccano, il 30%

Pubblicato il 18 Dicembre 2012 9:46 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2012 11:12

Imu, non hai pagato il saldo? Cosa succede: meno mora col ravvedimento spontaneoROMA – Imu 2012, il saldo di dicembre è scaduto il 17: non hai pagato? Cosa succede: se corri ai ripari da solo e fai il “ravvedimento spontaneo” paghi una piccola mora dello 0,2% per ogni giorno di ritardo, fino a un massimo del 2,80% per 14 giorni di ritardo. Se invece non dici niente e il Fisco ti “becca”, paghi il 30% in più dell’imposta.

Nel caso in cui vuoi “ravvederti” da solo, con “sconto di pena”, le sanzioni e gli interessi dovranno essere versati unitamente all’imposta dovuta. Il ravvedimento può riguardare sia chi ha omesso o paga in ritardo l’Imu, sia chi ha sbagliato i calcoli, anche per colpa dei Comuni che fino all’ultimo non hanno chiarito bene quali aliquote avrebbero imposto sull’ultima rata.

Ci sono tre opzioni per pagare meno mora, ovvero evitare il 30% di sanzioni: il ravvedimento “sprint”, il ravvedimento “breve” e il ravvedimento “lungo” o “annuale”. Oltre alle somme dovute e alle mini sanzioni, sono anche dovuti gli interessi legali del 2,5% annuo.

Il ravvedimento “sprint” può essere effettuato entro i 14 giorni successivi alla scadenza del termine per il versamento, con la sanzione dello 0,2% per ogni giorni di ritardo, fino al 2,80% per i 14 giorni di ritardo.

Il ravvedimento “breve” o “mensile”, con la sanzione del 3%, può essere effettuato dal quindicesimo giorno fino al trentesimo giorno successivo alla scadenza.

Il ravvedimento “lungo” o “annuale”, con la sanzione del 3,75%, può essere effettuato dal trentunesimo giorno fino ad un anno dalla scadenza.

Esempio. Se hai ad esempio omesso un saldo Imu di 1.500 euro e vai a pagarlo con il ravvedimento spint lunedì 24, ovvero sette giorni dopo la scadenza, a quei 1500 euro dovrai aggiungerci il 2,5% di interessi  (0,72 euro), più 1,40% di sanzione (21 euro). Il conto totale quindi viene 1.521,72 euro, ovvero 1.522 per effetto dell’arrotondamento.

Per chi invece ha sbagliato a pagare la prima rata, nessun timore: se avete fatto tutti i calcoli giusti il vostro “errore” sarà stato risolto con il saldo di dicembre e quindi non si deve pagare nessuna penale nè interessi.