Crisi, disoccupazione all’8,7%, record dal 2004. Senza lavoro donne e giovani

Pubblicato il 7 Gennaio 2011 10:06 | Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2011 10:50

Il tasso di disoccupazione a novembre è rimasto sostanzialmente stabile all’8,7 per cento, lo stesso livello registrato a ottobre, anche se fuori dagli arrotondamenti si nota un lievissimo calo (dall’8,729 per cento all’8,678 per cento). Lo comunica l’Istat, sottolineando che il tasso all’8,7 per cento è il più alto dall’inizio delle serie storiche mensili, ovvero dal gennaio del 2004.

In particolare, il tasso di disoccupazione tra i giovani tra i 15 e i 24 anni a novembre è salito al 28,9 per cento, il livello più elevato dal gennaio del 2004, ovvero dall’inizio delle serie storiche mensili.

Il tasso di disoccupazione femminile raggiunge la doppia cifra: a novembre 2010 è pari al 10 per cento in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto a ottobre (quando si era attestato al 9,9 per cento) e di 0,3 punti percentuali rispetto a novembre 2009.

Gli occupati a novembre risultano in lieve crescita dello 0,2 per cento (50mila unità) rispetto a ottobre e dello 0,1 per cento (14mila unità) rispetto a novembre 2009. L’aumento, sottolinea l’Istituto italiano di statistica, si deve alla componente femminile, alle regolarizzazioni di collaboratrici domestiche e assistenti familiari ed al presumibile effetto del part-time.

[gmap]