Manovra: sciopero unitario il 12 dicembre. Cgil, Cisl e Uil contro Monti

Pubblicato il 7 Dicembre 2011 9:41 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2011 9:41

ROMA – Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato uno sciopero unitario contro la manovra di tre ore per lunedi’ 12 dicembre. E’ quanto emerso dall’incontro di questa mattina dei tre segretari generali dei sindacati. Nella mattinata del 7 dicembre si sono incontrati i tre leader confederali, Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti.

Nei giorni scorsi Cisl e Uil avevano proclamato due ore di sciopero per lunedi’ e la Cgil quattro ore di sciopero per la stessa giornata. Nella riunione di oggi e’ stata definita un’iniziativa comune definendo tre ore di sciopero con presidi davanti alle prefetture.

Cgil, Cisl e Uil, preoccupati per le conseguenze della manovra, hanno chiesto un incontro al governo Monti per affrontare i problemi derivanti dalla manovra ”e per chiedere i necessari cambiamenti”. I sindacati chiedono inoltre un incontro a tutti i partiti sugli emendamenti.

Bonanni nei giorni scorsi aveva accusato Monti di non aver incontrato i sindacati per discutere i provvedimenti che aveva intenzione di inserire in manovra. I sindacati, in particolare, contestano la riforma delle pensioni e una scarsa equità: a pagare, sostengono, saranno come al solito i più deboli.