Mes: 7 mld che fan schifo. Alitalia e Autostrade: il piacere di rimetterci miliardi

di Lucio Fero
Pubblicato il 26 Maggio 2020 10:10 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2020 10:11
Mes: 7 mld che fan schifo. Alitalia e Autostrade: il piacere di rimetterci miliardi

Mes: 7 mld che fan schifo. Alitalia e Autostrade: il piacere di rimetterci miliardi (Foto Ansa)

ROMA – Mes, cioè alle strette e alla fine sette miliardi che fan schifo. 

Fan schifo a buona parte del governo, a mezza maggioranza parlamentare, a tre quarti dell’opposizione.

Sette miliardi che fan schifo a Crimi e Di Battista, a Salvini e Meloni. E a un sacco di italiani sentiti via sondaggi.

Funziona così: Mes presta a Italia 2 per cento del suo Pil annuale, cioè circa 36/37 miliardi.

Il prestito ha un tasso di interesse da ripagare dello 0,1 per cento, cioè l’Italia ripaga lo 0,1 per cento dei 36/37 miliardi. Se i miliardi li prende via Mes.

Se invece l’Italia fa, come si dice, da sola (in realtà da sola potrebbe fare nulla, fa sotto copertura Bce che compra il suo debito), se cerca e ottiene in prestito la stessa somma, circa 36/37 miliardi, emettendo titoli sovrani quanto paga in interessi?

Il titolo di debito italiano a dieci anni paga circa 1, 7 per cento di interesse.

Se paga in interessi su Bpt Italia (cioè contribuente) paga 1,7 per cento ogni anno per 10 anni.

Se paga in interessi su Mes Italia (cioè contribuente) paga 0,1 per cento per dieci anno ogni anno.

Differenza: circa 700 milioni l’anno, quindi 7 miliardi in dieci anni.

Sette miliardi che ci fan schifo, tanto di miliardi ne abbiamo da buttare.

Infatti lo stesso governo di miliardi in Alitalia ne butta altri tre. Altri tre dopo i 9,5 già impiegati e spersi inutilmente per Alitalia negli anni passati. Fa 210 euro ad abitante d’Italia…e non bastano.

Alitalia miliardi buttati e buttati non perché Alitalia non merito sostegno ma perché si legge nel testo di legge che dà i 3 miliardi ad Alitalia che li si danno ma non si sa per fare cosa. “L’azienda elaborerà piano di rilancio…”. Elaborerà…Si mettono tre miliardi in  un nulla progettuale, in una sigla vuota, tanto di miliardi…ce ne escono dagli occhi.

Non una parola di opposizione ai miliardi ad Alitalia (questi sì a fondo perduto) da parte delle opposizioni.

Miliardi ci escono dagli occhi, infatti par proprio dal governo non si veda l’ora di metterne un bel po’ non in Autostrade ma per sostituire e subentrare ad Autostrade.

Si è visto in questo giorni da parte M5S (ma non solo) teorizzare nuova teoria e nuovo diritto economici. Ad Autostrade è stato spiegato/intimato di mettere soldi (investimenti ora e subito) in azienda che poi (al più presto) le verrà tolta. Tu investi e io poi ti ritiro, revoco la concessione, tira fuori i soldi, mettili in azienda e poi ti levo l’azienda. Altrimenti nazionalizzo Autostrade, tanto i miliardi non mi mancano certo.

La Nep (Nuova economia politica made in M5S, ma Pd non scherza) prevede e contempla una sostanziale nazionalizzazione di ex Ilva. Anzi mezzo governo tifa proprio per Arcelor Mittal che molla (lasciando un gettone-mancia) come primo passo per chiuderla acciaieria. I diecimila e passa lavoratori passeranno a carico di qualche Reddito di qualcosa, tanto i miliardi non mancano certo.

La Nep made in M5S (ma anche Leu), versione Pd più mite ma non sostanzialmente diversa contempla e prevede.

  1. Ostilità e diffidenza verso ogni azienda che sia…grande. Se grande azienda, questa è per natura sospetta. Vedi caso Fca prestito garantito da Stato. C’è la legge per tutte le aziende, l’ha fatta il governo. Per tutte le aziende. Ma per quelle grandi anche no.
  2. Mantenimento mediante sussidi statali delle sigle aziendali, indipendentemente da redditività e produttività.
  3. Economia e attività tutte, piccole e medie soprattutto, sussidiate da bonus.
  4. Redditi da lavoro o attività produttive integrati o sostituiti da Redditi da welfare sotto varia denominazione.
  5. Disponibilità illimitata di Bce a sottoscrivere (compare) debito italiano.
  6. Disponibilità europea a finanziare (pagare) non con prestiti ma con erogazioni a fondo perduto una Nep che ha in sospetto e dispetto le aziende, la produttività, la creazione di ricchezza e che ha invece come linee guida e santuari i sussidi e le Casse Integrazioni e i Redditi di cittadinanza, emergenza…Tanto i miliardi ci escono dagli occhi, no?