“Mr truffa conquista l’America”: la biografia di Raffaello Follieri

Pubblicato il 3 Dicembre 2009 19:16 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2009 19:16

«L’idea di Follieri è semplice, ma allo stesso tempo geniale. E decisamente ambiziosa. Ottenere l’appoggio del Vaticano per intervenire nell’acquisto di beni immobili della Chiesa americana e poi, da quella stessa posizione, del tutto vantaggiosa, entrare in affari con investitori che potrebbero finanziare l’acquisto e lo sviluppo delle proprietà».

Così l’enfant prodige di Foggia è riuscito a truffare l’America e lo ha fatto fino a guadagnarsi un patrimonio-bottino da 911.148 dollari. A raccontare la storia di Raffaello Follieri è la giornalista Tommi Guerrieri che per la casa editrice Aliberti ne ha scritto la biografia. Già il titolo presenta perfettamente il personaggio: “Mr. truffa conquista l’America”.

La carriera del finanziere “tutto casa e chiesa”, come lo definisce il quotidiano “Libero”, comincia a Foggia e approda a New York. In mezzo c’è la laurea in giurisprudenza, i teatrini organizzati con i vescovi Usa in cui si fingeva emissario del Vaticano per acquistare appartamenti a prezzi più che convenienti e la liaison amorosa con la bella attrice del “Diavolo veste Prada”, Anne Hathaway.

«Racconta con minuzia di dettagli di avere stretti contatti con il Vaticano e per avvalorare la sua tesi non esita a tirar fuori dal taschino il cellulare e a mostrare al suo interlocutore le foto dei suoi figli. Che in quelle foto non sono soli ovviamente. C’è con loro sua santità Papa Giovanni Paolo II», si legge nel libro.

Grazie all’appoggio del padre Pasquale, Raffaello entra in stretti rapporti con Vincenzo Ponte, appartenente a una famiglia mafiosa, e Andrea Sodano, vicepresidente della  Fondazione Cassa di Risparmio e nipote del cardinal Angelo, il Segretario di Stato vaticano (di cui Folliero millantava il sostegno).

«Andrea Sodano in quell’occasione fa presente che per lui non sarebbe stato affatto un problema organizzare una visita privata dal Papa per mettergli in braccio i figli di chiunque avesse voluto. Con questa promessa e altre dello stesso genere, il gruppo si ingrazia i favori e le simpatie degli interlocutori».

Ma quando il cardinal Sodano scopre tutto crollano i castelli di sfarzo e di inganno e per il “Madoff d’Italia” arrivano le beghe con la giustizia, la fidanzata lo lascia e le truffefruttuose finiscono.