Pensionati: conto corrente gratis se prendono meno di 1500 euro

Pubblicato il 22 Febbraio 2012 8:58 | Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2012 9:24

ROMA – I pensionati con un assegno inferiore a 1.500 euro potranno aprire un conto corrente in banca e prelevare denaro gratis. Lo prevede un emendamento dei relatori al decreto liberalizzazioni approvato dalla Commissione Industria del Senato.

L’emendamento all’articolo 27 viene incontro alle difficolta’ dei pensionati dopo che il decreto ”salva Italia” ha stabilito che tutti i pagamenti della pubblica amministrazione superiori ai 1.000 euro, comprese appunto le pensioni, non potranno piu’ avvenire in contante.

I percettori di assegni previdenziali bassi, che finora hanno ritirato la loro pensione alla posta, avranno bisogno di un conto corrente in cui accreditare la spesa pensione. La norma approvata stabilisce quindi che un pensionato con un assegno inferiore ai 1.500 euro che si rivolgera’ ad una banca potra’ ottenere l’apertura di un conto corrente senza spese iniziali. Sara’ gratuito quindi l’accreditamento della pensione e i prelievi con il bancomat.

Altre operazioni appoggiate sul conto corrente saranno invece a pagamento. Contro questa soluzione hanno votato sia la Lega Nord che Idv che proponevano, come ha spiegato il senatore del Carroccio Massimo Garavaglia, di concedere un conto corrente gratis elevando l’uso del contante fino a 1.500 euro.