Pil Italia torna al segno meno: perso lo 0,1% nel primo trimestre. Vola Berlino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2014 10:20 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2014 12:39
Pil Italia torna al segno meno: perso lo 0,1% nel primo trimestre. Vola Berlino

Pil Italia torna al segno meno: perso lo 0,1% nel primo trimestre. Vola Berlino

ROMA – Pil Italia torna al segno meno: perso lo 0,1% nel primo trimestre. Vola Berlino. Il Pil dell’Italia torna negativo nel primo trimestre del 2014, segnando un calo dello 0,1% rispetto al trimestre precedente che si era chiuso con una crescita dello 0,1%. Lo comunica l’Istat precisando che su base annua il Pil è diminuito dello 0,5%. In valori assoluti il pil italiano è arretrato di 14 anni. Il valore concatenato nel primo trimestre 2014 è di 340.591 miliardi di euro e, secondo le serie storiche dell’Istat, per trovare un dato inferiore, pari a 338.362 miliardi, bisogna risalire al primo trimestre del 2000, quando la tendenza dell’economia era però alla crescita.

I dati, negativi, contrastano con la performance della locomotiva Germania che invece continua a correre. L’economia tedesca è cresciuta nel primo trimestre del 2014 dello 0,8% rispetto ai tre mesi precedenti, registrando l’espansione più forte da tre anni a questa parte. La crescita supera le stime (0,7%) e segna una netta accelerazione dal quarto trimestre 2013 (0,4%). Su base annua il Pil tedesco segna +2,3% destagionalizzato. 

Il primo effetto dell’annuncio Istat è un vistoso calo della Borsa. Nuova corrente di vendite in Piazza Affari dopo il dato del Pil del primo trimestre: l’indice Ftse Mib cede l’1% con banche e Fiat deboli. Gli operatori fanno notare come sia molto raro che un dato macroeconomico influenzi così direttamente i mercati.