Poste Italiane: nel primo trimestre del 2022 +10,6% utile netto, ricavi a 3 miliardi

Il risultato operativo è "in forte crescita", rileva l'azienda, pari all'11,8%, attestandosi a 694 milioni, "con contributi positivi da servizi assicurativi, servizi finanziari, pagamenti e mobile e una performance resiliente della divisione corrispondenza, pacchi e distribuzione".

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Maggio 2022 - 16:30
Poste Italiane trimestre

Poste Italiane: nel primo trimestre del 2022 +10,6% utile netto, ricavi a 3 miliardi (nella foto l’ad Matteo Del Fante)

Poste Italiane chiude i risultati del primo trimestre 2022 con un utile netto in crescita del 10,6% a 495 milioni. Il risultato operativo è “in forte crescita”, rileva l’azienda, pari all’11,8%, attestandosi a 694 milioni, “con contributi positivi da servizi assicurativi, servizi finanziari, pagamenti e mobile e una performance resiliente della divisione corrispondenza, pacchi e distribuzione”. Ricavi “in continua crescita”, pari all’1,4% nel trimestre, raggiungendo 3 miliardi. Poste sottolinea la “solida performance finanziaria nel primo trimestre del 2022 che apre la strada ad un 2022 di successo”. 

Poste Italiane, Del Fante: “Trimestre apre strada a 2022 di successo”

“A meno di due mesi di distanza dall’aggiornamento del Piano Strategico del Gruppo questi risultati rappresentano il primo caposaldo di un 2022 di successo”, dice l’a.d. di Poste Italiane, Matteo Del Fante, commentando i risultati del primo trimestre. “Dal 2020 – rileva – abbiamo conseguito una performance costante e in miglioramento: dopo una forte ripresa nel 2021, nel primo trimestre dell’anno continuiamo a crescere in maniera solida, aprendo la strada ad un 2022 di successo. Ciò è stato possibile grazie al duro lavoro di tutte le nostre persone dall’inizio della pandemia, che ha determinato uno spostamento strutturale verso l’alto della nostra traiettoria di crescita”. 

“Il nostro modello di business diversificato continua a produrre ottimi risultati finanziari con l’utile netto pari a 495 milioni e con la redditività operativa che migliora in tutti i segmenti di business”, evidenzia Del Fante. “Il comparto dei servizi assicurativi fornisce il contributo maggiore alla profittabilità del gruppo, con una performance positiva sia nel ramo Vita che nel ramo Danni. L’Ebit dei Servizi Finanziari è aumentato grazie a ricavi stabili e al contributo di minori costi”.

Nel settore Pagamenti e Mobile – prosegue l’a.d. – la crescita a doppia cifra dell’Ebit è stata determinata dalla capacità di valorizzare i trend positivi del mercato, come testimoniato dai 2 miliardi di transazioni gestite nel 2021 e oltre mezzo miliardo nel primo trimestre dell’anno”.

Poi, “il risultato operativo nella divisione Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione è stato solido nel trimestre, grazie alla razionalizzazione dei costi che ha compensato l’impatto della normalizzazione dei volumi dei pacchi che si attestano strutturalmente al di sopra dei livelli pre-pandemia, anche a seguito dei risultati eccezionalmente alti dell’anno scorso, conseguenti alle misure di lockdown attuate nella maggioranza delle regioni italiane. Anche in presenza di un contesto sfidante nel settore della logistica, la nostra comprovata esperienza nella razionalizzazione dei costi ci rende particolarmente fiduciosi nel mantenere la piena visibilità sul nostro obiettivo di Ebit del 2022 per la divisione Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione”.

Del Fante: “Nostra ambizione sostenere sviluppo Paese”

“Confermiamo il nostro ruolo di pilastro strategico per l’Italia, attraverso la nostra piattaforma di distribuzione omnicanale. Continuiamo a soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei clienti e confermiamo la nostra ambizione di sostenere lo sviluppo del nostro Paese, d’ora in avanti” sottolinea Del Fante presentando i risultati del primo trimestre. “Quest’anno – ricorda – celebriamo i 160 anni di Poste Italiane, un appuntamento storico che testimonia come il nostro patrimonio unico ci abbia sempre permesso di affrontare le sfide e accompagnare il futuro delle nostre comunità”. 

L’intervista di Del Fante a TGPoste

Del Fante è stato poi intervistato dal TGPoste (visibile nel video in fondo): “È interessante vedere – ha commentato Del Fante –  come PostePay S.p.a., primo operatore in Italia per carte emesse e per volumi di transazioni digitali, è la società del Gruppo che ha contribuito di più in termini di fatturato incrementale in questo trimestre rispetto ai primi tre mesi del 2021. Un grande contributo ai risultati dell’azienda – ha aggiunto – è stato dato anche dal settore delle assicurazioni e dai servizi finanziari”.

La crescita dell’utile del 10,6% e del risultato operativo (+11,8%) dimostrano l’efficacia della strategia omnicanale di Poste Italiane, sempre più azienda piattaforma a supporto del sistema Paese e della clientela. “Il nostro obiettivo – ha ricordato l’AD Del Fante – è di essere vicini ai clienti e offrire prodotti nel canale e nelle modalità che ritengono più semplice. I diversi canali devono essere coordinati tra loro e dare l’offerta migliore alla clientela. Se raggiungiamo questo obiettivo come stiamo facendo gradualmente, Poste Italiane ha una posizione molto importante perché i nostri asset, clienti, prodotti e canali, sono difficili da trovare sul mercato”.

L’Amministratore Delegato si è soffermato sul ruolo sociale dell’Azienda nel sistema Paese. “Oggi dimostriamo – ha commentato Del Fante – che Poste Italiane è un’Azienda in grado di portare risultati di bilancio. Ciò ci permette di continuare ad assumere e ad acquisire società che entrano nella grande famiglia di Poste. Al tempo stesso, come ha ricordato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante le celebrazioni dei 160 anni dell’Azienda – ha continuato Del Fante –, Poste Italiane va incontro alle esigenze delle comunità, delle aree più interne, dei piccoli comuni e delle Pubbliche Amministrazioni. Riuscire a fare queste due cose contemporaneamente sembrava o era considerato contro intuitivo, ma stiamo dimostrando che le due cose possono convivere e coesistere nel nostro percorso di crescita”. In chiusura Del Fante ha voluto ringraziare lo straordinario contributo delle persone di Poste Italiane. “Ho detto davanti a Mattarella – ha concluso Del Fante – che Poste è fatta di oltre 120.000 dipendenti e del loro attaccamento all’azienda e al sistema Paese”.