Tito Boeri, Inps: “Il reddito di cittadinanza 5 Stelle costerebbe tra i 35 e i 38 mld di euro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 marzo 2018 13:24 | Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2018 13:24
Tito Boeri contro il reddito di cittadinanza 5 Stelle: costa 35 miliardi

Tito Boeri, Inps: “Il reddito di cittadinanza 5 Stelle costerebbe tra i 35 e i 38 mld di euro”

ROMA – Doppia stroncatura del reddito di cittadinanza targato 5 Stelle da parte del presidente dell’Inps Tito Boeri: in sostanza, dice Boeri, una forma di sostegno a chi non ha lavoro o lo ha perso c’è già e si chiama reddito di inclusione (semmai va perfezionata e implementata), in secondo luogo la misura prospettata costa assai cara, una cifra intorno ai 35 miliardi che dà ragione a quanti lamentano l’impossibilità attuale a finanziarla.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

“Il reddito minimo c’è già e si chiama Rei. E’ un primo passo, ancora sottofinanziato, ma c’è”, ha dichiarato il presidente dell’Inps, Tito Boeri, intervenendo alla presentazione dell’Osservatorio sul Rei, rivolgendosi a chi “ha imbracciato la bandiera del reddito minimo”. Da luglio la platea del Rei che diventerà uno strumento universale, sarà di 700 mila famiglia per 2,5 milioni di persone. “Abbiamo recuperato – ha detto Boeri – un ritardo di 70 anni rispetto agli altri Paesi”.

Tra i 35 e i 38 miliardi di euro. Il reddito di cittadinanza, così come previsto dal M5S nella sua proposta di legge nella scorsa legislatura potrebbe costare “tra i 35 e i 38 miliardi di euro”, ha aggiunto il presidente dell’Inps, sottolineando che si tratta “di una cifra molto consistente”. Boeri ha sottolineato che sono state affinate le stime sul costo di questa misura rispetto a quanto previsto nel 2015, quando si parlò di 29 miliardi.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other