Reddito di cittadinanza M5S: come funziona e chi ne avrebbe diritto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 gennaio 2018 9:59 | Ultimo aggiornamento: 7 marzo 2018 10:10
Reddito di cittadinanza M5S: come funziona e chi ne avrebbe diritto

Reddito di cittadinanza M5S: come funziona e chi ne avrebbe diritto30

ROMA – Il reddito di cittadinanza proposto da M5S, fino a 780 euro, ma chi ne avrà diritto? Il progetto presente nel programma dei Cinque stelle prevederebbe l’erogazione di un sussidio fino a 780 euro, con l’obiettivo di far raggiungere questo livello di reddito a chi si trova al di sotto oppure a zero. Per ottenere il sussidio tuttavia bisogna essere disposti ad accettare un’eventuale offerta di lavoro congrua alle competenze e non troppo distante geograficamente (50 chilometri) dalla propria residenza. Si possono rifiutare al massimo tre offerte.

I REQUISITI E COME FARE

Il reddito di cittadinanza può essere richiesto da coloro che hanno i seguenti requisiti, secondo il programma del M5s: maggiore età, essere disoccupato o inoccupato, avere reddito o pensione inferiore alla soglia di povertà Qualche esempio. Una famiglia di tre persone, con genitori disoccupati a reddito zero e figlio maggiorenne a carico: il reddito di cittadinanza per la famiglia sarà pari a 1560 euro al mese. Una coppia di pensionati con pensioni minime da 400 euro ciascuno: il reddito di cittadinanza sarà pari ad altri 370 euro per la coppia, come integrazione al reddito. Anche chi ha un lavoro a tempo pieno o part time, ma sottopagato, avrà diritto all’integrazione del reddito.

“Se potrai percepire il reddito – si legge nel programma – per conservarlo ti verrà richiesto di adempiere ad alcune regole”:

• Iscriverti presso i centri per l’impiego e renderti subito disponibile a lavorare

• Iniziare un percorso per essere accompagnato nella ricerca del lavoro dimostrando la reale volontà di trovare un impiego

• Offrire la propria disponibilità per progetti comunali utili alla collettività (8 ore settimanali)

• Frequentare percorsi per la qualifica o la riqualificazione professionale

• Effettuare ricerca attiva del lavoro per almeno 2 ore al giorno

• Comunicare tempestivamente qualsiasi variazione del reddito

• Accettare uno dei primi tre lavori che ti verranno offerti.