Energia, “Usa sorpasserà Russia: maggior produttore petrolio e gas naturale”

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 3 ottobre 2013 5:00 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2013 0:45
Energia, "Usa sorpasserà Russia: maggior produttore petrolio e gas naturale"

(Foto LaPresse)

NEW YORK –  Gli Stati Uniti sono sempre più vicini al sorpasso sulla Russia come maggior produttore di petrolio e gas naturale. Un sorpasso che ridisegnerà il panorama energetico mondiale, secondo i dati del Wall Street Journal. Le importazioni americane di petrolio e gas naturale sono scese rispettivamente del 15% e del 32% negli ultimi cinque anni. Intanto le stime del governo russo parlano di produzione ferma fino al 2016 per il petrolio, mentre quella del gas naturale salirà del 3%.

La Russia produce in media 10.8 milioni di barili di petrolio al giorno. Un numero che supera di appena 900mila barili al giorno la media degli Stati Uniti, numero che fino a qualche anno fa era di tre milioni. Insomma mentre la Russia rallenta la produzione, gli Stati Uniti aumentano e puntano al sorpasso.

Adam Sieminski, capo della Us Energy Information Administration, spiega: “E’ un cambiamento memorabile. Il sorpasso segnerà un cambio di pensiero radicale nelle condizioni di marketing, dando vita così a nuove opportunità che non avremmo mai sognato in milioni di anni”.

“La Russia sembra destinata ad essere la grande perdente nel mercato globale”, commenta Tatiana Mitrova, della Russian Academy of Sciences’ Energy Research Institute, le esportazioni russe di petrolio scenderanno del 25-30% dopo il 2015, riducendo il Pil del paese di più di 100 miliardi di dollari.

Gli analisti sono divisi su quanto potrebbe durare il boom petrolifero americano, ma per Ken Hersh, capo esecutivo of Ngp Energy Capital Management Llc, il boom è destinato a durare con l’immenso patrimonio di giacimenti di petrolio e gas ancora non scoperti: “Non è più solo una questione di forniture, ma di domanda e costo di produzione. E questi sono i due fattori che condurranno il mercato”.