Marò Latorre salva un fotoreporter, stampa indiana lo acclama: “Eroe!”

Pubblicato il 23 Aprile 2012 12:10 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2012 12:10

Il fotoreporter che stava per finire investito e le immagini dei Marò che incontrano i familiari (foto Ap/LaPresse)

BARI – Massimiliano Latorre, un eroe! Così la stampa indiana – scrive oggi la Gazzetta del Mezzogiorno che pubblica anche un’eloquente foto a colori del The new sunday express – racconta l’atto di eroismo di cui il maro’ tarantino e’ stato protagonista lo scorso sabato mattina, all’esterno del carcere di Trivandum, dove insieme con il collega Salvatore Girone si recava al colloquio giornaliero con i familiari.

Nella ressa creatasi per riprendere i due maro’, un fotoreporter con una maglietta gialla e’ inciampato ed e’ finito per terra proprio mentre un’automobile, alle sue spalle, stava facendo retromarcia. Latorre – riportano i media indiani, e una fotografia immortala l’attimo – ha intuito il pericolo e si è lanciato verso la vettura, bloccandola con le mani. Alla scena hanno assistito i responsabili della polizia che si occupavano del trasferimento dei due marò in un parlatorio di fronte alla prigione. Il fotoreporter, Aijaz Rahi, di 39 anni, attraverso i familiari ha ringraziato Latorre per il gesto.

”Magari parlare di eroismo e’ un po’ troppo – ha detto all’Ansa un membro della delegazione italiana testimone oculare dell’incidente avvenuto ieri vicino al carcere di Trivandrum – ma certamente Latorre ha dimostrato prontezza di riflessi ed impedito che il fotoreporter caduto a terra potesse essere ferito dal veicolo”.   Secondo la ricostruzione di questa fonte, Latorre e Salvatore Girone stavano camminando nel vialetto che collega l’uscita della prigione alla zona dove era previsto l’incontro con i famigliari, quando il fotografo Rahi della Ap, che camminava a ritroso mentre scattava foto dei maro’, ha inciampato rotolando pesantemente al suolo.

A questo punto, ha precisato la fonte, ”Latorre si è accorto che un taxi-risciò a motore stava facendo marcia indietro e poteva urtare il fotografo a terra creandogli problemi, e con uno scatto ha bloccato il veicolo a tre ruote, evitando ulteriori danni”.  Lo stesso Rahi, in una breve conversazione con l’Ansa ha confermato che ”l’intervento di Latorre è stato provvidenziale ad evitare che io subissi danni dal veicolo in retromarcia, e mi ha subito aiutato a rialzarmi. Per questo gliene sono molto grato”.