Robbie Middleton: dato alle fiamme da bambino, muore dopo 13 anni di agonia

Pubblicato il 17 Ottobre 2012 20:52 | Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre 2012 20:52

NEW YORK –  E’ morto Robbie Middleton dopo 13 anni di agonia: era stato violentato, legato a un albero, cosparso di benzina e dato alle fiamme da un bullo nell’aprile del 1998. E’ morto due settimane prima di poter compiere 21 anni per un cancro alla pelle.

Robbie – racconta la madre – ha detto che un ragazzo lo ha legato a un albero, cosparso di benzina e dato alle fiamme nel giorno del suo ottavo compleanno. Il bambino riportò ustioni di terzo grado sul 99% del suo corpo. Nessuno si aspettava che sarebbe sopravvissuto così tanto aggrappandosi alla vita.

In un video, che dura 17 minuti, Robbie però trovò finalmente il coraggio di fare il nome del bullo che lo aveva ridotto in questo stato: Don Collins, di 5 anni più grande di lui, e suo concittadino in Texas. Nel drammatico racconto, Robbie ha anche affermato che Collins lo aveva violentato due settimane prima e volle metterlo a tacere dandogli fuoco.