Uccide e fa a pezzi una 19enne. Arrestato Javier Mendez Ovalle, genio della fisica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Agosto 2014 10:30 | Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2014 10:30

ROMA – Uccide e fa a pezzi una 19enne poi scappa ma viene arrestato dopo un anno di caccia all’uomo. È la storia di Javier Mendez Ovalle, 23 anni, messicano considerato un genio della fisica e vincitore di numerosi concorsi internazionali.

Nel giugno 2013, Javier inizia a chattare su Facebook con una 19enne, Sandra Camacho. Dopo quindici giorni  Javier Mendez Ovalle invita a casa Sandra con un bugia: le assicura di averle trovato un lavoro nel mondo della moda e così organizza l’incontro. Ma quando Sandra va da Javier capisce tutto. I due litigano, iniziano ad urlare.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA GALLERY

Lui le mette le mani intorno al collo e la strangola. Poi è lo stesso Javier a raccontare cos’è successo: dopo averle tagliato la testa e le gambe ha poi depositato i resti in grossi sacchi nei bidoni della spazzatura davanti casa. Poi la fuga. Lo ritroveranno un anno dopo nella vicina cittadina di San Juan del Rio. Aveva cambiato identità e lavorava come cameriere in un bar.