Vauro contro Marco Travaglio, si disegna “asino” sul Fatto Quotidiano (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Dicembre 2013 19:27 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2013 19:27

ROMA – Vauro contro Marco Travaglio. Una contesa tutta interna al Fatto Quotidiano dove il disegnatore, nella vignetta del 3 dicembre, prende di mira il vicedirettore ed editorialista del giornale.

Oggetto del contendere è Beppe Grillo, il leader del Movimento 5 Stelle cui il Fatto è in qualche modo vicino. Vauro non gradisce e prima di tutto prende di mira Dario Fo, “reo” di essere salito sul palco nel Vaffa Day di Genova. In quella circostanza Grillo si è lasciato andare ad una citazione di stampo mussoliniano, un “dobbiamo vincere e vinceremo“. Vauro non ha gradito e ha sostanzialmente chiesto a Fo di scendere dal palco.

In tutto questo entra anche Travaglio che spesso nei suoi editoriali ha difeso Grillo. E Vauro non lo ha risparmiato. Così nell’edizione del 3 dicembre Il Fatto Quotidiano ospita una vignetta tutt’altro che tenera nei confronti di Travaglio: Vauro disegna se stesso con le orecchie d’asino e che dice: “Però Grillo ha detto proprio ‘dobbiamo vincere e vinceremo’ come Mussolini”. Gli risponde Travaglio: “Scherzava dai…”. Replica il Vauro-asino: “Ok scherzava. Marco ora mi posso togliere il cappello da ciucco?”.

Vauro contro Marco Travaglio, si disegna "asino" sul Fatto Quotidiano (foto)

La vignetta di Vauro sul Fatto Quotidiano del 3 dicembre