Olimpiadi, Matteo Renzi: “Si arrestano i ladri non le grandi opere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 settembre 2016 13:05 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2016 13:05
Matteo Renzi (foto Ansa)

Matteo Renzi (foto Ansa)

ROMA – “Dicono di no alle Olimpiadi a Roma perché qualcuno potrebbe rubare ma un Paese serio è quello che se qualcuno ruba lo arrestano, non quello dove si arrestano le grandi opere” ha detto, parlando dal palco del Teatro Politeama di Lecce, il premier Matteo Renzi.

E ancora: “Mi dispiace per quello che sta accadendo a Roma perché prima di essere segretario del Pd o premier sono un cittadino e se non riescono a scegliere un assessore che duri per più di 24 ore io sono triste. Ho dato la disponibilità a Raggi a fare tutto ciò che serve per dare una mano, perché io credo nelle istituzioni”.”La legge elettorale – conclude Renzi – si può cambiare. Ascoltiamoci, sediamoci a un tavolo, e arriviamo a trovare una soluzione”.