Porto Ercole, il lupo in fuga col gatto in bocca VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 marzo 2018 12:14 | Ultimo aggiornamento: 30 marzo 2018 12:14
Lupo fugge col gatto in bocca dal centro di Porto Ercole

Porto Ercole, il lupo in fuga col gatto in bocca VIDEO

GROSSETO – Un lupo è stato ripreso a Porto Ercole mentre fugge dal centro del paese con un gatto in bocca, soddisfatto della sua piccola preda.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

L’episodio del lupo che attacca la sua preda proprio nel centro abitato e la porta via correndo ha fatto il giro del web. I lupi rappresentano un’emergenza per il paese nella provincia di Grosseto e ora delle trappole saranno installate nell’area dell’Argentario.

L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) ha espresso parere positivo ad una richiesta in tal senso effettuata dalla Regione. E’ quanto riferisce in una nota la stesso Regione, che spiega che nei prossimi giorni verranno scelti alcuni siti dove posizionare le gabbie per la cattura, che saranno attivate solo di notte e per un periodo di tempo limitato (30 giorni).

Nel caso di catture di ibridi, per questi ultimi potrà essere operata la sterilizzazione e l’invio in strutture specializzate. “Naturalmente, se nelle trappole dovessero finire cani, questi sarebbero riportati al padrone o, se sprovvisti di chip, indirizzati al canile”. Ispra, nella sua lettera di autorizzazione, spiega sempre la Regione, ha ritenuto ‘condivisibile’ la cattura anche a seguito dell’allarme sociale che si è registrato nell’area dell’Argentario a seguito dei numerosi avvistamenti di predatori.

“E’ un atto importante – sottolinea l’assessore toscano all’agricoltura, Marco Remaschi – perché apre uno spiraglio rispetto alle nostre ripetute sollecitazioni ad affrontare con qualche strumento operativo la questione della presenza dei predatori e dei danni che procurano soprattutto alla nostra agricoltura.

All’Argentario si cerca di dare risposta specifica anche alla preoccupazione dei residenti, visto che gli avvistamenti sono avvenuti nei pressi dei centri abitati, grazie anche al lavoro congiunto con Comune e Prefettura, competenti in materia di pubblica sicurezza e ordine pubblico. Viste le diverse segnalazioni relative agli ambiti urbani che stiamo ricevendo, riteniamo necessaria una azione di coordinamento a livello regionale con i sindaci ed i prefetti interessati”.