Taranto, tartaruga legata a blocco tufo e uccisa a colpi di remi FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 ottobre 2017 14:00 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2017 14:03

La tartaruga Gaetana  è stata uccisa dalla mano crudele dell’uomo. L’animale è stato legato a un blocco di tufo e ucciso a colpi di remi. La sua unica colpa era quella di contendere i pesci agli uomini del Mar Piccolo a Taranto. 

Gaetana era un esemplare conosciuto dai volontari del Wwf dell’Oasi di Policoro: dopo essere stata trovata ferita e con due ami in corpo, questo esemplare di tartaruga Caretta caretta era stata salvata a inizio anno e rilasciata in mare ad aprile 2017.

Sabato mattina due volontari di un’associazione passavano vicino al punto in cui la povera tartaruga è stata uccisa e si sono accorti che c’era qualcosa di strano sul fondo del mare. Nel tentativo di nasconderla, la carcassa della tartaruga era stata legata con una corda a un masso e gettata a fondo.

Ora della vicenda se ne occuperanno Carabinieri, Guardia costiera. L’Asl  ha recuperato la povera Gaetana e avviato le indagini sperando di scoprire gli autori del gesto che, vista la crudeltà, si commenta da solo.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other