Appello Wikipedia a Gb: “No all’estradizone di Richard O’Dwyer”

Pubblicato il 24 Giugno 2012 20:36 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2012 21:25

LONDRA – Il fondatore di Wikipedia Jimmy Wales, in un raro intervento in politica, ha fatto appello al governo di Londra perché fermi l’estradizione di uno studente britannico di 24 anni, Richard O’Dwyer, che gli Stati Uniti vogliono mettere sotto processo per violazione delle leggi sul copyright online. Wales ha lanciato una campagna online in cui afferma che O’Dwyer è ”il volto umano” di una battaglia globale tra gli interessi delle industrie televisive e cinematografiche e quelli del pubblico.

Lo studente della Sheffield Hallam University rischia 10 anni di prigione negli Usa per aver fondato TVShack.net, un sito che collega a ‘luoghi’ dove e’ possibile vedere show televisivi e film completi statunitensi. Il sito di O’Dwyer non teneva in memoria, offriva o copiava nessuno dei programmi ma piu’ che altro linkava ad altri siti, alcuni legalie altri no, da cui si poteva scaricare o vedere il materiale un po’ come fanno altri motori di ricerca come Google.

”Ho conosciuto Richard e mi sembra un ragazzo onesto. Il tipo di persona capace di immaginare la prossima grande idea su Internet”, ha scritto Wales in un articolo per il Guardian in cui contesta la legittimita’ dell’azione legale contro il giovane: ”Nessun cittadino americano e’ mai stato portato nel Regno Unito per presunte attivita’ crimin ali avvenute su suolo americano”.

Il padre di Wikipedia è in prima linea in una vasta campagna online contro due iniziative legislative negli Stati Uniti per porre in atto con maggiore forza i diritti di copyright su Internet con norme che a giudizio di molti potrebbero minacciare siti vitali per la liberta’ di rete, da Google alla stessa Wikipedia