“Italia 2 Germania 1. Monti Merkel zero a zero”: la prima pagina del Fatto

Pubblicato il 29 Giugno 2012 1:51 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2012 1:52

ROMA –  “Italia 2 Germania 1. Monti Merkel zero a zero”. La prima pagina del Fatto Quotidiano del 29 giugno è dedicata alla sfida Italia-Germania. Non solo la sfida calcistica, dove “sul campo di Varsavia lezione di calcio degli Azzurri ai tedeschi”, ma anche quella del vertice dell’Unione europea dove “il premier italiano (Mario Monti) chiede misure anti-spread per non soffocare nel debito, ma sbatte contro il muro della Cancelliera (Angela Merkel)”. Il Fatto poi celebra l’impresa di Mario Balotelli, che “stende i panzer” e si prepara alla “finalissima con la Spagna”, dopo il “micidiale uno-due nel primo tempo”.

Le “Cattiverie” del 29 giugno riprendono la vicenda del traffico di droga ed armi in cui sarebbero coinvolti anche Maurizio Costanzo e Paola Barale, che si è dichiarata totalmente estranea ai fatti, con le parole di “bandanas”: “Anche Maurizio Costanzo e Paola Barale nello scandalo della coca ai Vip. C’è pista per te”.

Marco Travaglio invece titola “Memento Mori” il suo editoriale, in cui parla del presunto “agognato golpe” smascherato su il Foglio da Luciano Violante: “Da mesi ci riunivamo in cantina con un pugno di giornalisti e toghe rosse per rovesciare le istituzioni. Grillo era collegato via skype, Di Pietro aveva promesso i mezzi di locomozione (il trattore rosso di Montenero), Padellaro aveva messo a disposizione uno sgabuzzino per deportati ed enucleandi. Ci aveva raggiunti pure il colonnello Automatikos dopo la missione compiuta in Grecia. Poi purtroppo Luciano Violante, infallibile segugio e indefesso smascheratore di trame golpiste (leggendaria la sua inchiesta su Edgardo Sogno, uno che non sarebbe riuscito a rovesciare neanche la moglie, arrestato da Violante e naturalmente assolto), ci ha scoperti”.